Raccolta per le zone colpite dal sisma nel Centro Italia

La Misericordia di Pisa sta effettuando una raccolta viveri per le zone colpite dal sisma nel Centro Italia.
Chiunque volesse partecipare a tale raccolta, può contribuire portando alla Sede in Via G. Da Fabriano, 1 (zona CEP) a Pisa, viveri di qualsiasi natura.

ELENCO PROVVISORIO

  • Lenzuola singole nuove o usate (pulite)
  • Asciugamani (puliti)
  • Cuscini (puliti)
  • Carta igienica
  • Rotoloni asciugatutto
  • Bicchieri di plastica
  • Piatti di plastica
  • Tovaglioli di carta
  • Prodotti per la pulizia personale(shampoo, bagnoschiuma, sapone, dentifricio, ecc…)
  • Salviette umidificate
  • Pannolini (per adulti e per bambini)
  • Colori per i bambini
  • Blocchi di caria
  • Giochi per i bambini
  • Acqua minerale
  • Torce e pile
  • Apriscatole
  • Kit pronto soccorso
  • Medicine da banco (tachipirine – cerotti – pomate per ferite)
  • Attrezzature varie
  • Lettini da campo
  • Brandine
  • Coperte
  • alimentari non deperibili di tutti i generi (pasta – pomodori pelati – barattoli di fagioli – ceci –
    lenticchie – piselli – carne simmenthal – olio – sale grosso sale fino – caffe – lattea lunga conservazione -zucchero – caffe’ – omogeneizzati biscotti)

I cittadini di Calci possono conferire i propri aiuti direttamente in Via Roma, 1 presso la sede della Misericordia stessa. Gli orari, indicativamente, sono dalle 9,00 alle 13,00 e dalle 15,00 alle 19,00.

Nei territori, e per iniziativa dei sindaci e degli amministratori, è partita anche la corsa alla raccolta di fondi per la ricostruzione, e per questo motivo l’ANCI – Associazione Nazionale dei Comuni Italiani – ha aperto un conto corrente denominato ANCI – Emergenza Terremoto Centro Italia per coordinare la raccolta delle risorse da destinare alle attività di ricostruzione. Queste sono le coordinate IBAN: IT27A 06230 03202 000056748129.

Alcuni numeri Utili

  • 800.840.840 per mettersi in contatto con la Protezione civile;
  • 803.555 per parlare invece con un operatore della sala operativa della Protezione civile.

Ultimi Tweet